LE VICENDE DEL TEN. M.O.V.M. ABELE AMBROSINI
                                                                                                                                                                                                                                                                        





Nato a Cercino (Sondrio) nel 1915, fucilato a Cefalonia il 21 settembre 1943, geometra, Medaglia d'oro al valor militare alla memoria.
 
Chiamato alla armi nel 1939, fu mandato in Albania e in Grecia. Al momento dell'armistizio si trovava a Cefalonia come tenente del 33° Reggimento di artiglieria della Divisione "Acqui". Catturato dai tedeschi durante un combattimento, Ambrosini fu passato per le armi.
La MOVM gli è stata concessa con questa motivazione:

"Comandante di batteria someggiata, fu tra i primi decisi assertori della lotta contro i tedeschi aprendo di iniziativa il fuoco contro il nemico.
Durante tutta la battaglia per Cefalonia i suoi cannoni, schierati tra le unità di fanteria, tuonarono anche sotto i furiosi bombardamenti aerei, riuscendo a ritardare l'avanzata nemica. Benché ferito, continuava a rimanere in linea con i fanti, per meglio dirigere il fuoco. Catturato mentre tentava di raggiungere la sua linea pezzi, che si difendeva ad oltranza, sparando a zero, veniva fucilato sul posto, reo di avere combattuto per l'onore delle armi".


Per approfondire i fatti storici inerenti l'eccidio di Cefalonia si consiglia di visitare anche la pagina di wikipedia indicata al link sottostante: